Senbei (crackers giapponesi)

Il Giappone è indubbiamente il crogiulo degli snack, sia dolci che salati, da abbinare al tè; tra gli snack salati, i miei preferiti sono i Senbei. I Senbei sono dei crackers totalmente di riso che possono essere aromatizzati con innumerevoli ingredienti: salsa di soia, nori, erbe, sesamo o semplicemente sale. Inoltre possono essere  cotti sia sulla brace sia al forno; la versione che vi propongo oggi è al forno condita con una salsa dolce-salata.

senbeiKcal: 40 a Senbei

Porzioni: 25 Senbei

Gluten free*

No Vegan


Ingredienti

  • 250 gr Riso Originario
  • 250 gr Acqua
  • 3 gr Sale

Per il condimento:

  • 30 gr Salsa di Soia (*oppure salsa di soia senza glutine)
  • 30 gr di Miele
  • 4 gr Sale
  • 40 gr Acqua

Attrezzature

  • Ciotola
  • Cutter
  • Colino
  • Padella antiaderente
  • Spatola
  • Carta da forno
  • Matterello
  • Teglia
  • Coppapasta
  • Pellicola
  • Pennello

Procedimento

Mettere in una ciotola il riso e coprirlo con dell’acqua (non quella della ricetta) per il doppio del livello del riso. Mettere in frigo a reidratare per 8 ore. Quando il riso è ben gonfio, scolarlo in un colino e mettere nel cutter o frullatore. Aggiungere i 250 gr di  Acqua e frullare fino ad ottenere una crema di riso molto liscia e della texture della panna. Passare la crema al colino per eliminare gli eventuali grumi. Mettere il composto in una padella antiaderente e porre su fuoco medio. Mescolare costantemente per circa 3 min fino a quando la soluzione liquida diventa una pasta soda. A consistenza ottenuta, porre il composto in una ciotola e coprire con la pellicola, far riposare a temperatura ambiente per 30 min. Dividere l’impasto in tanti pezzi ed immergere in acqua bollente per 3 min. Scolare bene e far raffreddare. Aggiungere il sale impastando per 2 min; prendere l’impasto e porre tra due fogli di carta da forno. Stendere con il matterello fino a creare una sfoglia di 1/2 cm di spessore. Tagliare circa 25 dischi dalla sfoglia bagnando lo stampo di tanto in tanto con acqua e poggiarli su una teglia con carta da forno. Lasciar asciugare i dischi a temperatura ambiente per 1 ora.

Nel frattempo, unire tutti gli ingredienti del condimento in un pentolino e far bollire per 4 min facendo caramellare leggermente il composto.

Infornare i Senbei in forno già caldo a 200°C per 15 min o fino a quando diventano dorati. Sfornare e quando sono ancora caldi, spennellarli con il condimento fino a colorarli uniformemente. Farli asciugare e servire. Si conservano 2 giorni in un contenitore ermetico.

Abbinamento

Come da tradizione, abbino i Senbei a del tè verde Sencha.

Commento

Questa ricetta ha impiegato 3 tentativi per risultare perfetta: in genere per preparare i senbei si impiegano tecniche industriali molto elaborate e lunghe (trafile e lunghi tempi di essiccazione e cottura). Questa ricetta è per una versione casalinga molto semplificata, ma molto simile agli originali; differiscono solo nel tempo di conservazione che, invece delle settimane di quelli industriali, si conservano pochi giorni. Per quanto riguarda il gusto, sono un amante del dolce-salato e della consistenza croccante. Inoltre sono ottimi come aperitivo ipocalorico, ma con grande gusto e personalità. Sono molto fiero di questa ricetta e spero che la proviate.

Annunci

8 thoughts on “Senbei (crackers giapponesi)

  1. Ciao,
    ho letto un tuo commento dal Teo e sono venuto a curiosare, mi piace molto qui, ci sono proposte completamente diverse da quelle occidentali cui sono abituato. Penso che proverò questi Senbei. 🙂 ciao.

    Liked by 1 persona

  2. Ho provato a fare questi senbei, però mi sa che qualcosa è andato storto…
    L’impasto una volta bollito risultava molto appiccicoso ed è stato impossibile stenderlo poi tra due fogli di carta forno perchè si è completamente incollato alla carta tanto che alla fine invece di tagliare i dischi (che non si staccavano nemmeno a pregare) ho infilato la sfoglia interna in forno :/

    Liked by 1 persona

  3. Ok forse ho capito il problema; probabilmente hai diviso il panetto in pezzetti troppo piccoli che poi bollendoli hanno assorbito troppa acqua, ti consiglio di fare pezzi molto grandi ed una volta bolliti vanno scolati molto bene. Se vuoi puoi recuperare l’impasto troppo umido ripassandolo per qualche minuto in padella. Fammi sapere il risultato.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...