Sata Andagi (frittelle giapponesi)

A volte il mondo è più piccolo di quando sembra; ad esempio, nell’arcipelago di Okinawa è parte della gastronomia locale una particolare dolce chiamato Sata Andagi. Sembra strano, ma somiglia molto alle nostre frittelle o castagnole; quindi le ho scelte come dolce del giorno perchè molto adatte al periodo.

sataandagi Kcal: 60 a pezzo

Porzioni: 25

NO Gluten Free

NO Vegan




Ingredienti

  • 200 gr Farina 00
  • 20 gr Farina manitoba
  • 2 Uova
  • 115 gr Zucchero a velo
  • 4 gr Lievito chimico
  • 1 gr Sale
  • Olio di arachide per friggere qb

Attrezzature

  • Ciotola
  • Spatola
  • Padella
  • Olio per ungersi le mani
  • Carta assorbente
  • Origami per servire

Procedimento

Unire le farine, lo zucchero, il sale, le uova e il lievito ed impastare il tutto con la spatola (l’impasto è consistente ma appiccicoso). Scaldare l’olio a 160°C; prendere una piccola quantità di impasto e rotolarla tra le mani unte creando una pallina ed immergerla nell’olio. Procedere così per il resto dell’impasto. Cuocere le frittelle fino a quando diventano dorate e si crepano. Scolarle ed asciugarle su carta assorbente. Si conservano 2 giorni a temperatura ambiente.

Abbinamento

Trovo un ottimo abbinamento quello con una birra allo zenzero.

Commento

Semplici, veloci e gustose; che dire di più. La birra allo zenzero, inoltre sgrassa il palato dall’untuosità. Se volete potete cospargerle di zucchero, ma a mio avviso non ne hanno bisogno.

Annunci

One thought on “Sata Andagi (frittelle giapponesi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...